Le Vs Richieste

Contatore Visite

043601
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Tutti i Giorni
Questo Mese
Mese Scorso
Dall'inizio
278
153
510
43091
566
5010
43601

Your IP: 3.239.50.33
2021-10-21 21:26

Home

Ci dedichiamo alla lettura di due liriche di Eugenio Montale, per entrare nella sensibilità dell'autore che nel ricordo della moglie scomparsa volge il suo sguardo alla vita per riconoscere che spesso non serve 'vedere' con gli occhi. Il poeta ci ricorda poi che il significato dell'esistenza spesso risiede nelle cose semplici.

1) Ho sceso, dandoti il bracco
2) I limoni

Edmondo De Amicis ci ha regalato anche belle poesie, come queste dedicate a uno scrittore e alla madre.

1) Incoraggiamento
2)   A mia madre

 

aa

Dante Alighieri - Il Convivio

 

Scomodiamo il Sommo Poeta per gustarci qualche passaggio de 'Il Convivio', opera composta fra il 1304 ed il 1308 nei primi anni dell'esilio.

Dante immagina di invitare i lettori a un 'banchetto' filosofico, ritenendo che tutti gli uomini abbiano il desiderio innato di apprendere e sapere, ma che non tutti possano coltivarlo. 

Egli offre la "vivanda" delle sue canzoni, accompagnata dal "pane" dei commenti in prosa.

Ecco qualche estratto, ma vi esortiamo ad autoinvitarvi al simposio e a leggervelo una portata per volta, senza fretta ... Dante approverebbe!

Read more: Dante

Ad alcuni piace ​la poesia
di Wisława Szymborska, premio Nobel per la Letteratura 1996

Ad alcuni –
cioè non a tutti.
E neppure alla maggioranza, ma alla minoranza
. Senza contare le scuole, dove è un obbligo,
e i poeti stessi,
ce ne saranno forse due su mille.

Read more: Wisława Szymborska - Prima Pagina

1 giugno 2020: ricordiamo il 50mo anniversario della scomparsa di Giuseppe Ungaretti

con una sua poesia che sia di stimolo anche alla nostra ripartenza.

 

Allegria di naufragi -- Giuseppe Ungaretti

(Alessandria d'Egitto, 8 febbraio 1888 – Milano, 1 giugno 1970)

 

E subito riprende
Il viaggio
Come
Dopo il naufragio
Un superstite
Lupo di mare.

Mario Luzi 
(Castello di Firenze, 20 ottobre 1914 – Firenze, 28 febbraio 2005) ci permette di osservare i gesti quotidiani della donna che rassetta la casa e vi fa entrare la primavera. 
Sono parole di ammirazione e gratitudine per il perpetuarsi di un rituale che ci tiene legati alla vita.
 
 Augurio
 
Camera dopo camera la donna
inseguita dalla mattina canta,
quanto dura le lena
strofina i pavimenti,

Read more: Mario Luzi - Prima Pagina

Giosuè Carducci 
(Valdicastello, 27 luglio 1835 – Bologna, 16 febbraio 1907) ci permette con la sua poesia di salutare il mese di maggio che sta volgendo al termine e ha portato il risveglio della vita che tutti stavamo aspettando.
 

Maggiolata

Maggio risveglia i nidi,
Maggio risveglia i cuori;
Porta le ortiche e i fiori,
I serpi e l’usignol.

Read more: Giosué Carducci - Prima Pagina

Poesie scelte per voi

Saluti dal Sito

Ponti con la Società

Amici dall'Adriatico